.
Annunci online

ArteDiAmareSecondoMe
DIARI
8 febbraio 2008
CHI HA IL PANE NON HA I DENTI!!!
 



Sarkozy è proprio terribile...otto giorni prima del suo secondo matrimonio, è pronto ad annullare tutto lasciando quel pezzo di ragazza della Bruni...per l'ex moglie...Cecìlia...
Mah è proprio vero chi c'ha er pane non c'ha i denti!!!! Ahaha ;-)

         


        




permalink | inviato da ArteDiAmareSecondoMe il 8/2/2008 alle 12:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
DIARI
3 febbraio 2008
UNA SEMPLICE DOMANDA...


 Se Sarkozy non fosse stato presidente...
                                                                 la bella Carla Bruni se lo sarebbe sposato lo stesso????



permalink | inviato da ArteDiAmareSecondoMe il 3/2/2008 alle 11:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
DIARI
30 gennaio 2008
LA TUA E' UNA STORIA DI SESSO O D'AMORE?
      

                                

                                                                    Scoprilo...



permalink | inviato da ArteDiAmareSecondoMe il 30/1/2008 alle 19:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
DIARI
24 gennaio 2008
FATEVI TRASPORTARE...
 

 

Accadono cose che sono come domande.
Passa un minuto, oppure anni, e poi la vita risponde.

°°°°

Perché è così che ti frega la vita.
Ti piglia quando hai ancora l'anima addormentata e ti semina dentro un'immagine,
o un odore, o un suono che poi non te li togli più.
E quella lì era la felicità. Lo scopri dopo, quando è troppo tardi.
E già sei, per sempre, un esule: a migliaia di chilometri
da quell'immagine, da quel suono, da quell'odore. Alla deriva

°°°°°

Così fa il destino: potrebbe filar via invisibile e invece brucia dietro di sé,
qua e là, alcuni istanti, fra i mille di una vita.
Nella notte del ricordo, ardono quelli, disegnando la via di fuga della sorte.
Fuochi solitari, buoni per darsi una ragione, una qualsiasi.

°°°°°

Stava lì, come una candela accesa in un granaio che brucia.

°°°°°

Semplicemente, senza che un solo angolo del suo volto si muovesse,
e assolutamente in silenzio, iniziò a piangere,
in quel modo che è un modo bellissimo, un segreto di pochi, piangono solo con gli occhi,
come bicchieri pieni fino all'orlo di tristezza, e impassibili mentre quella goccia di troppo alla fine li vince
e scivola giù dai bordi, seguita poi da mille altre,
e immobili se ne stanno lì mentre gli cola addosso la loro minuta disfatta.

°°°°°

Ma quando ti viene quella voglia di piangere pazzesca,
che proprio ti strizza tutto, che non la riesci a fermare,
allora non c'è verso di spiaccicare una sola parola,
non esce più niente, ti torna tutto indietro, tutto dentro,
ingoiato da quei dannati singhiozzi,
naufragato nel silenzio di quelle stupide lacrime.
Maledizione. Con tutto quello che uno vorrebbe dire...
E invece niente, non esce fuori niente.
Si può essere fatti peggio di così?

°°°°°

I desideri sono la cosa più importante che abbiamo e non si può prenderli in giro più di tanto.
Così, alle volte, vale la pena di non dormire pur di stare dietro ad un proprio desiderio.
Si fa la schifezza e poi la si paga. E solo questo è davvero importante:
che quando arriva il momento di pagare uno solo non pensi a scappare e stia lì, dignitosamente, a pagare.
Solo questo è importante.

°°°°°

"La musica è l'armonia dell'anima"

°°°°°

La sera, come tutte le sere, venne la sera.
Non c'è niente da fare: quella è una cosa che non guarda in faccia a nessuno.
Succede e basta. Non importa che razza di giorno arriva a spegnere.
Magari era stato un giorno eccezionale, ma non cambia nulla. Arriva e lo spegne. Amen.
Così anche quella sera, come tutte le sere, venne sera.

°°°°°

 Ognuno ha il mondo che si merita.
Io forse ho capito che il mio è questo qua. Ha di strano che è normale.

°°°°°

La verità è che si vedono e si sentono e si toccano così tante cose...
è come se ci portassimo dentro un vecchio narratore
che per tutto il tempo continua a raccontarci una storia mai finita e ricca di mille particolari.
Lui racconta, non smette mai, e quella è vita.

°°°°°

..quel che di bello c'è nella vita è smpre un segreto... per me è stato così...
quelle che si sanno sono le cose normali, o le cose brutte, ma poi ci sono dei segreti,
ed è lì che si va a nascondere la felicità.. a me è successo così.. sempre...

°°°°°

C'erano cose che uno qualunque avrebbe tranquillamente guardato,
magari ne sarebbe stato anche un po' colpito, magari si fermava anche un attimo,
ma poi era in fondo una cosa come le altre, ordinatamente in fila come le altre.
Ma per lui quelle stesse cose erano prodigi, esplodevano come incantesimi, diventavano visioni.
Poteva essere la partenza di una corsa di cavalli, ma poteva anche essere semplicemente
un improvviso colpo di vento, la risata sul volto di qualcuno, il bordo d'oro di un piatto, o un niente...
La vita faceva una mossa: e la meraviglia si impadroniva di lui.

°°°°°

.. quando la gente ti dirà che hai sbagliato... e avrai errori dappertutto dietro al schiena, fregatene.
Ricordatene. Devi fregartene. Tutte le bocce di cristallo che hai rotto erano solo vita...
non sono quelli gli errori... quella è vita... e la vita vera magari è proprio quella che si spacca,
quella vita su cento che alla fine si spacca..... io questo l'ho capito, il mondo è pieno di gente
che gira con in tasca le sue piccole biglie di vetro....le sue piccole tristi biglie infrangibili.....
e allora tu non smetterla mai di soffiare nelle tue sfere di cristallo.....
sono belle, a me è piaciuto guardarle, per tutto il tempo che ti sono stato vicino...
ci si vede dentro tanta di quella roba..... é una cosa che ti mette l'allegria addosso..
.non smetterla mai..... e se un giorno scoppieranno anche quella sarà vita,
a modo suo..... meravigliosa vita.

°°°°°

La vita è sostanzialmente incoerente e la prevedibilità dei fatti una illusoria consolazione.

°°°°°

La realtà ha una coerenza, illogica ma effettiva.

°°°°°

"come sarebbe bello dire "per caso"? ..
Tu credi davvero che ci sia qualcosa che succede "per caso"?

 

Ho trovato questo testo tratto dal libro: "CASTELLI DI RABBIA" di Alessandro Barrico, credo che siano delle frasi sulle quali bisogna soffermarsi e pensare...


Aurora Blu




permalink | inviato da ArteDiAmareSecondoMe il 24/1/2008 alle 20:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
DIARI
21 gennaio 2008
TEST SUL SESSO...



Più che un test sul sesso è ciò che...
 

                                                              

          Cosa sapete a riguardo???




permalink | inviato da ArteDiAmareSecondoMe il 21/1/2008 alle 18:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
DIARI
12 gennaio 2008
INFLUENZA....
 

L'influnza...il male di stagione....quel parassita misterioso che si insidia nel nostro organismo...e logora ogni nostra piccola funzione vitale. Insomma porca zozza sono 4 giorni che mi trovo in queste condizioni, chiusa in casa...e più sto nel letto e meno mi pasa ma come funziona?????
Buon fine settimana.




permalink | inviato da ArteDiAmareSecondoMe il 12/1/2008 alle 12:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
26 dicembre 2007
SCUSATE IL RITARDO


 
Scusate il ritardo nell'augurarvi un buon Natale...ma per cause di forza maggiore sono stata fuori Roma...Vi auguro però delle splendide feste piene di gioia...Baci!!!




permalink | inviato da ArteDiAmareSecondoMe il 26/12/2007 alle 23:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
musica
22 dicembre 2007
PLEASE DON' T STOP THE MUSIC!!!



permalink | inviato da ArteDiAmareSecondoMe il 22/12/2007 alle 14:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
DIARI
17 dicembre 2007
PESSIMA DOMENICA!!!!

 
Ero in procinto di un ottimo pranzo a base di pasta fatta in casa e sugo di produzione propria quando....dopo la prima forchettata STACK un colpo secco...corro in bagno....mi guardo....PORCA TR...IL DENTE....(fortunatamente il molare)...eh si mi si è spaccato mezzo dente...e sapete perchè???Nel sugo di carne (cosa che mangio raramente) c'era un ossicino il quale(maledetto) si è inserito in malomodo sul mio dente provocando un danno dolorosissimo....isomma venerdì anestesia e mi squartano la gengiva....che domenica...ah dimenticavo...oggi corro dal dentista mi sistema in maniera temporanea il dente...vado  a casa passano 2 ore...ora di pranzo...mangio e stack mi salta la "temporanea" otturazione...insomma aspetto ansiosamente venerdì.



permalink | inviato da ArteDiAmareSecondoMe il 17/12/2007 alle 20:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
CULTURA
30 novembre 2007
TRILUSSA...STELLA CADENTE!
 

Quanno me godo da la loggia mia
quele sere d’agosto tanto belle
ch’er celo troppo carico de stelle
se pija er lusso de buttalle via,
a ognuna che ne casca penso spesso
a le speranze che se porta appresso.

Perchè la gente immaggina sur serio
che chi se sbriga a chiede quarche cosa
finché la striscia resta luminosa,
la stella je soddisfa er desiderio;
ma, se se smorza prima, bonanotte:
la speranzella se ne va a fa’ fotte.

Jersera, ar Pincio, in via d’esperimento,
guardai la stella e chiesi: ”Bramerei
de ritrovamme a tuppertù co’ lei
come trent’anni fa: per un momento.
Come starà Lullù? Dov’è finita
la donna ch’ho più amato ne la vita?”

Allora chiusi gli occhi e ripensai
a le gioje, a le pene, a li rimorsi,
ar primo giorno quanno ce discorsi,
a quela sera che ce liticai...
E rivedevo tutto a mano a mano,
in un nebbione piucchemmai lontano.

Ma ner ricordo debbole e confuso
ecco che m’è riapparsa la biondina
quanno venne da me quela mattina,
giovene, bella, dritta come un fuso,
che me diceva sottovoce:”E’ tanto
che sospiravo de tornatte accanto!”

Er fatto me pareva così vero
che feci fra de me:"Questa è la prova
che la gioja passata se ritrova
solo nel labirinto der pensiero.
Qualunquesia speranza è un brutto tiro
de l’illusione che ce pija in giro " .

Però ce fu la mano der Destino:
perchè, doppo nemmanco un quarto d’ora,
giro la testa e vedo una signora
ch’annava a spasso con un cagnolino.
Una de quelle bionde ossiggenate
che perloppiù ricicceno d’estate.

"Chissà" pensai "che pure ‘sta grassona
co’ quer po’ po’ de robba che je balla
nun sia stata carina?" E ner guardalla
trovai ch’assomijava a ‘na persona...
Speciarmente er nasino pe’ l’insù
me ricordava quello de Lullù...

Era lei? Nu’ lo so. Da certe mosse,
da la maniera de guardà la gente,
avrei detto: "E’ Lullù sicuramente..."
Ma ner dubbio che fosse o che nun fosse
richiusi l’occhi e ritornai da quella
ch’avevo combinato co’ la stella.

Trilussa




permalink | inviato da ArteDiAmareSecondoMe il 30/11/2007 alle 12:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Cerca
Feed
Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 75613 volte
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Add to Technorati Favorites




My blog is worth $3,387.24.
How much is your blog worth?




IL CANNOCCHIALE